MIMICOCODESIGN

Selected

Bisol Relio 2009

Bisol Relio Metodo Classico

expose-seperator

RELIO ERA IL NOME CONFIDENZIALE CON IL QUALE VENIVA CHIAMATO AURELIO BISOL.
RELIO ERA STIMATO E AMATO PER IL SUO GRANDE SPESSORE UMANO.
Un uomo che ha dedicato tutta la vita alla vigna creando un’eccezionale simbiosi con i vigneti della famiglia Bisol.


RELIO, TESSUTO DI STORIA
La veste studiata per la bottiglia di Relio non ha solo un’elevata valenza estetica: la bottiglia dedicata ad Aurelio Bisol è stata ricoperta da una raffinata maglia realizzata con un particolare filato, per omaggiare l’unione delle due storiche tradizioni del territorio di Valdobbiadene, dove Relio nasce.
Da secoli, in queste verdi colline si è sviluppata l’arte della viticoltura e l’artigianalità della filatura della seta, le cui radici sono così indissolubilmente legate da essere accomunate perfino dalla lingua italiana. Infatti, in italiano e nel dialetto veneto il verbo “follare” – che dà il nome al paese di Fol, dove si trova la collina del Cartizze, e a Via Follo dove ha sede la stessa Bisol – ha un duplice significato: sottoporre i tessuti a finissaggio per renderli più compatti, ma anche rimescolare il mosto per spingere verso il fondo della botte le vinacce che affiorano durante la fermentazione.

 

Relio-Astuccio+bottiglia SITO
Aurelio Bisol
8
5
ARCHEO 335
46
19